Che cos’è il buddhismo?

Iniziamo con i fondamentali. Un giorno al Santacittarama, il monastero di tradizione theravada, l’abate Chandapalo definì il buddhismo una religione senza senso di identità e di appartenenza. Bella definizione se si considera che il termine religione viene da religere e religare, e quest’ultimo tra i suoi significati ha quello di “legare”. Legare qualcosa all’essere umano o qualcosa che leghi l’essere umano? Non saprei, ma la definizione di Chandapalo crea un bel paradosso. E la trovo, per rimanere in tema, illuminante.
Per spiegare perché non ha senso di identità e di appartenenza bisognerà attendere gli articoli sul concetto di assenza del sé.

Un’altra informazione interessante riguarda il modo con cui si chiamano i buddhisti delle aree di origine e diffusione storica, cioè seguaci del Dharma. Senza il suffisso -issmo, che dalle nostre parti genera quasi un senso di proprietà e possesso. Loro semplicemente seguono il Dharma, che si traduce con la parola “insegnamento”. Sono dunque persone comuni che seguono un insegnamento preciso.

Studiando attentamente i testi del Canone Pali e i saggi di commentatori passati e contemporanei, mi sembra che il buddhismo si regga benissimo in piedi anche senza una metastruttura religiosa. Certamente il contesto religioso riveste grande importanza, ma non nel senso stretto di religione che abbiamo noi. Quando Siddharta Gautama, il Buddha storico, (probabilmente) realmente esistito, si illuminò, comprendendo lo stato delle cose, la religione era qualcosa di diverso da come noi la viviamo. Religione, filosofia e scienza erano forme molto compenetrate. In India c’era addirittura un grande grammatico convinto che il raggiungimento della perfezione linguistica e grammaticale portasse alla beatitudine celeste.

Lo stesso termine Dharma, che nel contesto religioso significa “insegnamento“, “disciplina“, è un prestito dal campo giuridico, e nella sua forma originaria significa “legge“. da qui la Legge del Buddha prende il significato de l’insegnamento del Buddha.

Ma ci sono altri indizi su quello che è o non è il buddhismo, uno dei quali è il ruolo marginale delle divinità rispetto a quello dell’essere umano, un secondo indizio è il fatto che il Buddha non rispondesse a domande metafisiche perché non attinenti all’urgenza della sofferenza, ma soprattutto che il Buddha, quello storico, era un uomo.

Probabilmente il buddhismo è più un percorso di crescita spirituale, e per questo motivo può essere incluso sia nelle religioni sia in percorsi più terreni come la filosofia. Ma a differenza della filosofia come la intendiamo noi, in genere in Asia una filosofia che non avesse un riscontro pratico non era una buona filosofia; serviva, diciamo, un riscontro effettivo sul campo. E questa invece è una buona ragione per far parlare di psicologia buddhista (con la dovuta cautela). E’ importante tenere a mente che a quei tempi il modo specifico con cui usiamo le parole, o meglio i concetti, spiritoanimapsiche  non era ancora in uso.

In conclusione, credo che si possa vivere liberamente il buddhismo come una religione o un più semplice e quotidiano percorso di liberazione dalla sofferenza che ci scateniamo contro da soli e dal non accettare che il Creato è perfetto così, cioè con il timer per  tutte le cose, esseri, fenomeni.

Questo blog tende per la seconda scelta, per un buddhismo semplice e quotidiano, che possa essere praticato da un cristiano, da un musulmano… e perché no, da un buddhista e anche un marxista. E anche da un ateo occidentale affetto da shopping compulsivo dovuto a carenza d’affetto tipiche dell’era digitale e post-atomica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...